Gastronomia

Nell'arco della storia, l'Istria è stata molto influenzata dallo stile di vita contadino, che a sua volta ha contribuito al formarsi della cucina e dell'offerta gastronomica di oggi.
Nei diversi ristoranti della regione troverete piatti tradizionali preparati in modo autentico con l'aggiunta di particolari ingredienti che rendono la cucina istriana straordinaria. Il menu offre quasi sempre il prosciutto istriano e il formaggio pecorino, una varietà di pasta fatta in casa, e una vasta scelta di piatti a base di carne e pesce.

Prosciutto istriano

Il prosciutto istriano ha un profumo intenso e l'aroma di carne di maiale, il colore rosso uniforme e il sapore salato, delineando così le caratteristiche del prosciutto istriano di qualità. È di origine geografica protetta quindi si può produrre solamente in Istria, almeno 12 chilometri dal mare.
Il clima istriano permette l'avvio della produzione del prosciutto nei mesi invernali, l'essiccazione dura 5 mesi e la maturazione 12 mesi.

Il formaggio istriano

Il formaggio istriano è il formaggio pecorino autoctono croato prodotto nelle aziende agricole famigliari in Istria. Sebbene con la stessa tecnologia e con la stessa denominazione viene prodotto anche il formaggio di latte di mucca, la sua originalità e la storia della produzione è associata principalmente al latte di pecora.

“Boškarin”

Tra le migliori pietanze della cucina istriana, vi è sicuramente la carne del “Boškarin” - il bue istriano, e per rendere la storia autoctona del tutto, viene servita con crema di patate e tartufi, cipolla cotta al sale e olio d'oliva istriano.
Il fegato del boškarin alla veneziana, la Batuda del boškarin nel grasso, ed in fine la carne del boškarin alla maniera del Maestro cioccolatier.

La “čripnja”

La “čripnja”, campana cosparsa di braci, cela gli svariati ingredienti per un incontro sublime degli amatori dell'ottima cucina istriana, in particolare quella tradizionale. L’agnello, l’asinello, i funghi, il polpo, la razza, svariate specie ittiche...sotto la campana scorre un intero menu d’inventivita ed esperienza. Degustando un buon vino e dell'olio d'oliva, la čripnja è una delle inevitabili prelibatezze culinarie della gastronomia istriana.

Pesce

Il pesce è servito in umido, bollito, al forno e fritto. In Istria si dice che si può mangiare tre volte al giorno, mai allo stesso modo.
Quindi: zuppa di pesce, insalata di granchio, ostriche, cozze in salsa di vino, cocktail di gamberi, risotto ai frutti di mare, cernia al forno, orata alla griglia.

Il tartufo

Il tartufo è sicuramente una delle prelibatezze più particolari della cucina istriana. È estremamente raro e altrettanto costoso, e di conseguenza il tartufo bianco istriano è il più apprezzato al mondo. Questo afrodisiaco così prezioso si degustava già all'epoca degli antichi Romani, oggi invece è possibile trovarlo solo con l'aiuto dei cani appositamente addestrati.

Malvasia

La Malvasia istriana, è un vino dorato e fragrante con l'aroma fruttato, solitamente dominano la mela, prugna e albicocca, mentre nel vino maturo si può cogliere un sapore leggermente amaro di mandorla. Circa il 60% del vino prodotto in Istria è la Malvasia. Nel 1998 è stato dichiarato come miglior varietà autoctona in Croazia e l'anno dopo come miglior vino bianco in Croazia.

Istrska Malvazija

Istrska Malvazija je belo vino zlate barve čigar aroma pogosto daje na jabolko, češpljo ali marelico. V zrelem vinu se čuti rahla aroma mandljev. Od vsega pridelanega vina v Istri, okoli 60% znaša delež Malvazije. Leta 1998 Malvazija je zglašena kot najboljša autohtona sorta na Hrvaškem, leto kasneje pa najboljše Hrvaško belo vino.